BENVENUTO NELLA TERRA IBLEA

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

SAMPIERI

IL TERRITORIO >

Sampieri è una frazione marinara del comune di Scicli, di circa 700 abitanti (residenti stabili), che diventano circa 3000 in estate. E' un grazioso villaggio di case in pietra e stradine lastricate situato su uno sperone di roccia calcarea compreso tra due spiagge di finissima sabbia dorata. Rinomato il lungomare ampio e panoramico che, durante la stagione estiva, è caratterizzato da una vivace vita notturna, grazie anche alla presenza di numerosi alberghi e villaggi turistici presenti nella zona. Dista 27 Km da Casuzze, la S.P. Donnalucata – Pozzallo divide il borgo in due agglomerati urbani. La sua costa è formata da: una bellissima spiaggia, riparata da alberi e da un canneto, di circa Km. 2,5 che va a finire fino alla Fornace; una zona frastagliata dove si ricorda “u puzzu ‘ra ‘za Vanna”nella contrada “Pizziddu”; una spiaggetta di circa m. 600 chiusa dalla costa di “Costa ‘ri Carro” o Contrada Corvo. Legambiente e il Touring Club Italiano l’hanno annoverata tra le spiagge migliori d’Italia ed inserita nella “Guida Blu 2011”.

ECONOMIA.
L'economia del borgo è oggigiorno prevalentemente legata alle attività agricole ed al turismo, disponendo di una struttura ricettiva alberghiera di prim' ordine e di un moderno camping ben attrezzato e funzionale. Sampieri inaugura la stagione turistica con la "Sagra del Pomodoro", il primo di maggio, evento che offre agli amanti del mare un’occasione unica di incontro con le bellezze, gastronomiche e non, di tale territorio. Affascinante ed antico borgo di pescatori, dal minuscolo e romantico centro storico di case in pietra e stradine lastricate, costituisce un'attrattiva turistica, grazie anche all'utilizzo come location per alcuni episodi dello sceneggiato televisivo Il Commissario Montalbano, personaggio creato da Andrea Camilleri ed interpretato dal noto attore Luca Zingaretti. Interessante è anche la produzione di scope con cordicelle e cime di palma nana.

STORIA.
La nascita della borgata di Sampieri è menzionata nei testi antichi (VI secolo a.c.) come “Apolline” nome derivante dal tempio di Apollo che doveva sorgere su punta “Pizziddu”; mentre i Geografi Arabi la menzionavano con il nome di “Marsa Siklah” (Porto di Scicli) in cui attraccavano tutti i legni (barche) d’Africa e d’Oriente fino al XIII secolo e prima dell’insabbiamento.

LA FORNACE PENNA.
Maestosamente costruita nel 1909 sopra la punta Pisciotto, la Fornace Penna, in cui si fabbricavano laterizi esportati nei paesi mediterranei, nel 1924 fù distrutta da un incendio, forse doloso, ed abbandonata.

Ultimo aggiornamento: 22/03/2020
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu