BENVENUTO NELLA TERRA IBLEA

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

LE VARIE FACIES DI PANTALICA

MENU STORIA >

Il complesso archeologico di Pantalica fu scoperto da Paolo Orsi, che tra il 1895 ed il 1910 effettuò nella zona diversi scavi. Da quanto emerso si è potuto dedurre che la frequentazione assidua di Pantalica da parte dell'uomo durò più di mezzo millennio dal XIII secolo a tutto l'VIII secolo a.C. Questa lunga frequentazione fu dovuta ad una serie di fattori favorevoli, quali:

  • I fianchi scoscesi, in alcuni punti a strapiombo sulle profonde cave scavate dai fiumi, rendevano questa zona una vera fortezza naturale, difficilmente accessibile, e nello stesso tempo difendibile da poche persone.

  • La vicinanza o la disponibilità di acqua (il fiume Anapo ed i suoi affluenti).

  • L'abbondanza di legname.

  • La presenza di numerose grotte naturali ed una roccia facilmente scalfibile da cui ricavare ripari.  


PANTALICA ABITATA DA MOLTO TEMPO PRIMA.
E' certo comunque che Pantalica sia stata abitata anche in tempi più lontani. Le grotte a "strati" sono state scavate da diverse generazioni di ominidi, forse dai primi Neanderthal, sicuramente dai Sapiens Sapiens del Paleolitico e del Neolitico.
Purtroppo le prove dell’antichissimo passato sono state distrutte dai successivi innumerevoli insediamenti, depredazioni, saccheggi e devastazioni. Ciò che rimane sono solo le grotte artificiali, grotte che sono state più volte utilizzate come abitazioni, riutilizzate, modificate e adibite a tombe dai successivi insediamenti.
L'uomo primitivo che per un lungo periodo di tempo visse di caccia e di pesca, che abitava le grotte naturali o scavate di Pantalica, cominciò a scoprire la vita associativa e attraverso questa egli raggiunse un livello di conoscenze di crescente complessità, che portò la sua evoluzione sempre più vicina a quella dell'’uomo dell’'età storica.

PREGIUDIZIO DA SFATARE.
Con l'arrivo dei Sicani e dei Siculi si sviluppò la
Civiltà di Pantalica che, contrariamente a quanto è stato creduto fino a poco tempo fa (e cioè che era abitata da migliaia di individui ben organizzati e ben armati) era invece abitata da un migliaio di persone, che non costituirono nessuna seria minaccia alla nuova fondazione di Siracusa.

BERNABO' BREA.
Fu possibile parlare di Civiltà di Pantalica solo quando furono fatti studi particolari con Paolo Orsi e solo quando vennero alla luce reperti di notevole interesse archeologico che permisero a Bernabò Brea di suddividere la storia di questo altopiano in quattro fasi, che ancora oggi è accettata nelle sue linee essenziali. Da notare che la Facies di Cassibile e di Finocchitto non coincidono geograficamente con l'altopiano di Pantalica, ma non distano molto da esso.

Ultimo aggiornamento: 21/12/2018
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu