BENVENUTO NELLA TERRA IBLEA

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

FOCE DELL'IRMINIO

ITINERARI > > NATURALISTICO

Il fiume Irminio nasce a Monte Lauro, negli Iblei, ed è il fiume più lungo della provincia di Ragusa; ha un carattere prevalentemente torrentizio e sfocia nel Mar Mediterraneo dopo un percorso di 52 Km. Numerosi sono i riferimenti storici che citano l'area della foce come scalo, rifugio o addirittura porto canale, già attivo in epoca greca e romana. Nell'antichità quindi era utilizzato per effettuare scambi commerciali fra le zone interne e la costa. Ha mantenuto questa funzione fino all'alto Medioevo, poi il disboscamento sulle sue rive ha cambiato il regime del fiume facendolo diventare torrentizio.

Questo ha portato all'insabbiamento della foce con formazione del cordone dunale in seguito al trasporto di detriti da parte del fiume. La riserva (superficie: 134,70 ha) è ubicata lungo il litorale dunoso compreso tra Marina di Ragusa e Playa Grande e rappresenta non solo un meraviglioso esempio di vegetazione naturale ma anche l'ultima testimonianza di come le coste siciliane si presentavano storicamente. La "Riserva Naturale Speciale Biologica del Fiume Irminio" fu istituita nel 1985 dall'Asserorato Regionale Territorio e Ambiente e affidata nel 1989 alla Provincia Regionale di Ragusa. Con la definizione "Speciale Biologica" vengono evidenziate le finalità di protezione e conservazione di questo particolare ecosistema, unico nel suo genere, ricco di storia e rarità botaniche. La fauna è costituita, per la maggior parte, da uccelli migratori che usano la riserva come area di sosta durante la migrazione dall'Africa al nord Europa e viceversa. Fra le specie più numerose si ricordano: cavaliere d'Italia, martin pescatore, folaga, garzetta, poiana, cormorano, falco ed altri ancora.

Nelle zone acquatiche si trovano rana e rospo mentre nelle zone sabbiose è presente il ramarro ed il biacco. In tutti i terreni che vanno verso l'interno si possono poi trovare qualche esemplare di volpe e coniglio selvatico. Merita infine una menzione la presenza della nutria. Il territorio della riserva è articolato in zona A e B:
ZONA "A" di Riserva: area di maggiore interesse storico paesaggistico ed ambientale in cui l'ecosistema è conservato nella sua integrità. In tale zona si colloca gran parte dell'arenile sabbioso, che si estende per circa un chilometro, tra Marina di Ragusa e Plaja Grande, inglobando parte del corso e la foce del fiume Irminio.
ZONA "B" di Pre-Riserva: area che circonda la zona "A", a sviluppo controllato e con la duplice funzione di protezione e di integrazione del sistema protetto col territorio circostante. In tale zona ritroviamo a Nord il corso del fiume con la tipica vegetazione riparia, mentre la restante parte è destinata ad usi silvo-pastorali.

Ente Gestore: Provincia Regionale di Ragusa Via G. Di Vittorio, 175 97100 Ragusa
Tel. 0932-675526/5  fax. 0932-675519
E-mail: maria.dimaio@provincia.ragusa.it

Ultimo aggiornamento: 08/11/2017
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu