BENVENUTO NELLA TERRA IBLEA

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

ASPETTI GENERALI

ITINERARI > > NATURALISTICO > PARCO DI KAUCANA

Tale parco si trova fra: Punta Secca e la fine della spiaggia di Kaucana, in una zona archeologica protetta. Si può accedere al parco da due ingressi: quello del mare che si trova sulla strada provinciale che costeggia la litoranea; quello sulla strada provinciale Punta Secca - Marina di Ragusa. Un piccolo parcheggio è stato ricavato vicino a quest'ultimo ingresso; i servizi igienici sono ubicati all'interno del parco. Al momento, per quanto ne so, il sito è temporaneamente chiuso. Per maggiori informazioni comunque si può telefonare al numero: Tel. 0932.826004.
Il quartiere più conosciuto di Kaucana è quello di chiamato Anticaglie, situato ad est di Punta Secca. Qui si sono svolte fra il 1967 ed il 1975 ben cinque campagne di scavo dirette dalla Dott.ssa Paola Pelagatti. Sono stati portati alla luce ben 25 edifici, molti dei quali sono raggruppati in prossimità di una chiesetta cimiteriale a tre navate (edificio 18), che si distribuiscono su una fascia costiera lunga circa 300 m. e larga 200 m.

LE SUPPELLETTILI.
Caratteristica costante che è stata riscontrata in quasi tutti gli edifici individuati è la presenza di suppellettili "in situ", abbandonate e immediatamente ricoperte dalla sabbia, o la presenza di monete nascoste, o sbarramenti di pareti, o porte e finestre chiuse, o vere e proprie fasi di modifiche nelle costruzioni. Si tratta di improvvise interruzioni della vita nell'abitato causate, probabilmente, dalle incursioni barbariche e vandaliche. La maggior parte delle suppellettili ritrovate negli edifici di Kaucana sono vasellame da cucina. Trattasi di piccole anfore, brocche con collo ingrossato, lucerne costruite con ceramiche a pasta rossa e a vernice opaca. Sono presenti anche grandi anfore per uso quotidiano, pentole. Le lucerne, di tipo africano, risalgono al IV sec. d.C.   Sono state ritrovate anche testimonianze epigrafiche: un'iscrizione su un blocco, una tabella, un timbro in bronzo, con formula d'augurio in greco, a testimonianza dell'uso di questa lingua in epoca imperiale lungo le coste.

Ultimo aggiornamento: 08/11/2017
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu