BENVENUTO NELLA TERRA IBLEA

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

ANNA CABRERA SPOSA FEDERICO ENRIQUEZ (1481 - 1529)

MENU STORIA >

Giovanna Ximenes (moglie di Giovanni II) fu contessa della Contea di Modica dal 1477 al 1481. Aveva già governato la Contea, dal 1474 al 1477, come reggente per il figlio minorenne Giovanni III quando questi era succeduto al padre Giovanni II nel 1474. Giovanni III, detto il Giannotto, purtroppo morì dopo tre anni nel 1477, e Giovanna Ximenes continuò a governare per non lasciare un vuoto di potere finché il 1 settembre del 1478 ricevette nuovamente l'investitura feudale per conto della figlia Anna Cabrera. Anna era ricchissima e molti pretendenti si fecero avanti per sposarla.

LA CONTEA DI MODICA PASSA AGLI ENRIQUEZ-CABRERA.
Quando il Re di Spagna Giovanni propose alla giovane contessa il proprio nipote Federico Enriquez, figlio del Grande Ammiraglio di Castiglia, Giovanna inviò al Re di Spagna due messaggeri con delle precise condizioni, che il re ratificò e che gli Enriquez sottoscrissero senza obiettare.
Le nozze furono celebrate nel gennaio del 1481 presso la Chiesa di Santa Maria del Gesù di Modica, fatta costruire per l'occasione. In seguito a questo matrimonio le terre della contea di Modica passarono agli Enriquez-Cabrera.

FEDERICO ENRIQUEZ CABRERA. 1° CONTE DI MODICA (1481 - 1530)
Federico Enriquez Cabrera fu il primo conte di Modica della dinastia Enriquezs Cabrera. Governò la Contea assieme alla moglie Anna Cabrera dal 1481 al 1526, da solo dal 1526 al 1530. Appena sposi si diedero a elargire grandi benefici ai loro numerosi vassalli riuscendo così a creare un vero e reale benessere fra le popolazioni dei vasi feudi. Fecero inoltre consistenti donazioni a monasteri, ospedali ed opere pie. I coniugi abitarono nel Castello di Modica fino alla morte di Giovanna Ximenes de Foix, contessa madre, avvenuta nel 1486, dopodiché Anna e Federico, richiamati dal Re Ferdinando il Cattolico, si trasferirono in Spagna, a Medina de Rioseco, nel distretto di Valladolid. Lì il re di Spagna conferì a Federico Enriquez, conte di Modica, il prestigioso titolo di Almirante di Castiglia, titolo ereditario riservato ai pari dei Re di Spagna. Da allora i Conti di Modica vennero nelle loro terre solo per sporadiche visite, dovute più che altro agli interessi economici da tutelare. Fra il 1487 ed il 1520 ebbe diversi incarichi non solo militari ma anche diplomatici per conto del re di Spagna. La Contea di Modica fu gestita da Governatori nominati, ogni tre anni, dal Conte Federico, ai quali il Conte impartiva precise direttive su come governare il feudo dal punto di vista amministrativo, giudiziario, militare. Nonostante le precise direttive, non mancarono le appropriazioni indebite, gli illeciti, gli abusi, lo scarso senso del dovere in gran parte degli ufficiali che avevano la pretesa di riscuotere diritti non spettanti. Per evitare o limitare al massimo questi aspetti illegali Federico emanò, fra il 1511 ed il 1523, nuove ordinanze, nuovi bandi e nuovi capitoli che gli permisero di riscattare numerosi feudi che furono reincorporati alla Contea modicana.      

MUORE ANNA CABRERA. ANNA II E LUIGI ENRIQUEZ CABRERA.
Morta Anna Cabrera nel 1526, il conte Federico Enriquez (defunto nel 1538), essendo senza figli, per non lasciare giacenti e reversibili al fisco l'immensa eredità feudale consegnò nel 1530 (cioè 8 anni prima che morisse) la Contea di Modica ai due nipoti Luigi I (Conte dal 1530 al 1565), figlio del fratello, e ad Anna II Cabrera, figlia di Giovanni, fratello naturale della Contessa Anna I. Sia Luigi I che Anna II erano stati nominati eredi dei due coniugi, il Conte Don Federico si riservò un piccolo usufrutto.


Ultimo aggiornamento: 22/03/2020
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu