BENVENUTO NELLA TERRA IBLEA

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

SS. ANIME DEL PURGATORIO

RAGUSA IBLA > > CHIESE UNESCO

Venne edificata su iniziativa della famiglia Mazza nel 1658 e fu dedicata a Tutti i Santi e alle Anime del Purgatorio. Fu una delle poche chiese ragusane a resistere al terremoto del 1693, dato che dopo tre anni fu riaperta al pubblico.
Nel 1694 divenne chiesa sacramentale, ovvero chiesa in cui si potevano amministrare i sacramenti per conto della chiesa di San Giovanni, l'attuale chiesa cattedrale, trasferitasi nel nuovo quartiere in costruzione nella contrada Patro, sopra il convento del Carmine.
Nel 1729 la chiesa e l'intero quartiere passarono sotto la giurisdizione della chiesa di San Giorgio, diventando inoltre chiesa sacramentale della stessa. Il campanile venne edificato nel primo quarto del XVIII secolo, separato dalla chiesa, e posto sopra un tratto delle mura bizantine del castello di Ragusa. A causa delle ridotte dimensioni, sole due navate, nel 1740 la chiesa fu ricostruita con un impianto basilicale a tre navate, terminate da due cappelle e da un ampio presbiterio con abside. Nel 1757 venne terminata la facciata ma la chiesa fu riaperta al culto solo nel 1787, dopo la conclusione dei lavori nella zona presbiteriale. Nel cornicione delle navate laterali si trovano le caratteristiche sculture di teschi con le insegne di re, papi, cardinali e vescovi, a simboleggiare la caducità della ricchezza e del potere terreno. Agli anelli di ferro infissi all'esterno della chiesa venivano legati i bestemmiatori ai tempi della Santa Inquisizione.

In questa chiesa il 15 marzo del 1848 furono eletti come deputati al Parlamento di Palermo Corrado Arezzo con 896 voti e Giuseppe Schininà con 534 voti; mentre alla guida del Comitato unitario venne eletto il barone Carmelo Arezzo di Trifiletti e come vice Guglielmo Nicastro. In quell’occasione il barone Carmelo Arezzo di Trifiletti ebbe a scrivere a Ruggero Settimo, presidente del Parlamento di Palermo: “…. la quasi unanime partecipazione degli elettori, mostra che Ragusa sta sicura e la concordia è ristabilita nella Comune”.

Ultimo aggiornamento: 08/11/2017
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu